Tumore della Vescica

La vescica

La vescica urinaria (comunemente chiamata “vescica”) è l’organo che raccoglie e conserva le urine prodotte dai reni (Fig.1a & 1b). È un organo elastico, cavo, composto da tessuto muscolare, situata sui muscoli del pavimento pelvico. La vescica si espande quando l’urina, prodotta dai reni, viene raccolta, prima di essere espulsa dal corpo attraverso l’uretra (Fig. 2).

Fig 1a: Il basso tratto urinario nell’uomo
Fig 1a: Il basso tratto urinario nell’uomo
Fig 1b: Il basso tratto urinario nelle donne
Fig 1b: Il basso tratto urinario nelle donne
Fig. 2: Una vescica normale
Fig. 2: Una vescica normale

Cos’è il cancro alla vescica

Il cancro alla vescica è la crescita anomala di tessuto (tumore) nella vescica. Esistono diversi stadidi tumore alla vescica. Il Suo trattamento dipenderà dalle caratteristiche specifiche del tumore (denominati “stadi” del tumore) e dalle competenze del Suo team medico.

Questa sezione fornisce informazioni generali riguardo il cancro alla vescica, la diagnosi, e le varie opzioni di trattamento. Il paziente sceglierà con il suo medico il migliore trattamento in base alla sua situazione.

Fattori di rischio per il cancro alla vescica

Il cancro alla vescica si sviluppa lentamente ed è più comune nelle persone anziane (60 anni o più). Secondo le linee guida dell’Associazione Europea di Urologia sul cancro della vescica, il tabacco contiene molte sostanze dannose ed è responsabile per circa metà dei casi.

Un altro fattore di rischio molto conosciuto è l’esposizione a prodotti chimici utilizzati nella produzione di vernici, tintura, metallo e petrolio sul luogo di lavoro, nonostante le linee guida sulla sicurezza sul lavoro abbiano aiutato a ridurre questo rischio.

Le infezioni da parassita e di tipo cronico del tratto urinario aumentano il rischio di sviluppare il cancro alla vescica.

Prevenzione del cancro alla vescica

Essere maggiormente a rischio non è sinonimo di avere il cancro. A volte quest’ultimo si presenta senza conoscerne la causa.

È importante avere uno stile di vita sano. Se il paziente fuma, deve provare a smettere; rispettare le regole di sicurezza sul lavoro ed evitare l’esposizione a prodotti chimici nocivi; alcuni studi dimostrano che bere molto, soprattutto acqua, potrebbe abbassare il rischio di cancro alla vescica; seguire una dieta bilanciata, con molta frutta e verdura, ha effetti benefici e potrebbe proteggere dal cancro. Per qualsiasi domanda o suggerimento per mantenere uno stile di vita sano, chieda consiglio al Suo medico.

Stadiazione del tumore

Un tumore che cresce verso la cavità centrale della vescica senza svilupparsi nel tessuto muscolare dell’organo è chiamato non muscolo-invasivo. Questi tumori sono superficiali e rappresentano uno stadio iniziale. Questo è il tipo più frequente. Nella maggior parte dei casi, questi tumori non sono aggressivi e raramente si diffondono agli altri organi. In genere, non sono letali, tuttavia possono apparire nuovamente (=recidiva) o sviluppare caratteristiche aggressive(=progressione).

Quando il cancro si sviluppa nel muscolo della vescica e si diffonde nei muscoli circostanti, viene denominato tumore alla vescica muscolo-invasivo. Questo tipo di cancro ha un’alta probabilità di diffondersi nelle altre parti del corpo (malattia metastatica) ed è più difficile da trattare. In buona parte dei casi, potrebbe essere letale.

Se il cancro alla vescica si diffonde nelle altre parti del corpo, come linfonodi o altri organi, è chiamato carcinoma della vescica localmente avanzato o metastatico. In questa fase, la cura è difficile e il trattamento si limitata al controllo della diffusione della malattia e alla riduzione dei sintomi.

Follow-up

A seguito di ogni tipo di percorso per la cura del cancro, il follow- up è essenziale per ridurre le complicanze, nonché individuare e curare immediatamente le recidive.

Dopo la rimozione totale della vescica o essersi sottoposti ad altri trattamenti, il paziente dovrà recarsi spesso presso un urologo, un oncologo, un radiologo, richiedendo degli appuntamenti per il controllo e la valutazione della propria situazione.

Lo specialista avrà il compito di guidare il paziente e di interpretare il contenuto dei risultati ottenuti nelle visite mediche di follow-up. Inoltre, il proprio medico, urologo nella gran parte dei casi, ma anche oncologo o radiologo, dovrà essere un punto di riferimento per eventuali domande riguardo la malattia o a problemi relativi ad essa.

Sintomi delle complicanze

Oltre a tenere sotto controllo il cancro, è necessario controllare anche i risultati funzionali, per prevenire complicanze:

  • le complicanze di questo tipo, dopo cistectomia, possono includere una carenza di vitamina B12, alti livelli di acidi nel sangue (acidosi metabolica), peggioramento della funzione renale, infezioni urinarie, formazione di calcoli urinari, irrigidimento delle aperture stomatiche (stenosi), e altre complicanze dello stoma in pazienti che presentano diversioni nel condotto ileale (perdite, irritazione cutanea) problemi di continenza relativi alla neovescica, e disfunzioni dello svuotamento. Per eventuali ulteriori informazioni, rivolgersi al proprio medico curante.

Queste informazioni sono state aggiornate nel Marzo 2017.

Contengono informazioni relative al cancro alla vescica. Per domande specifiche su casi clinici individuali, si consiglia di consultare un dottore o altri professionisti.

Queste informazioni sono state elaborate dal Gruppo di Lavoro sulle Informazioni per il Paziente de l’Associazione Europea di Urologia (EAU)

Il contenuto di questo foglio illustrativo è conforme con le linee guida de l’EAU sul Cancro alla Vescica 2016.

Contributo:

  • Dr. Mark Behrendt, Amsterdam (NL)
  • Dr. Juan Luís Vasquez, Herlev (DK)
  • Sig.ra Sharon Holroyd, Halifax (UK)
  • Dr. Andrea Necchi, Milano (IT)
  • DR. Evanguelos Xylinas, Parigi (FR)

Si ringrazia per la supervisione della traduzione in Italiano, il Dott Giulio Patruno UOC Urologia, Ospedale San Giovanni Addolorata, Roma.