• Go to:

Di cosa si tratta?

Per terapie topiche si intendono i farmaci applicati direttamente sulla pelle. Sono state approvate come terapie topiche due tipologie di Alprostadil. La prima è il pellet uretrale, che si inserisce nel pene (intrauretrale). Invece la seconda è una crema, che si applica sull’apertura esterna dell’uretra sulla punta del pene.

Quando prendere in considerazione le terapie topiche

L’Alprostadil è un farmaco ben noto nella cura della disfunzione erettile. Di solito non è al primo posto tra i trattamenti consigliati. Il vantaggio della crema di Alprostadil è che i casi in cui il farmaco si sia rivelato dannoso per il paziente sono molto rari. Inoltre questo medicinale non presenta problemi di interazione se assunto contemporaneamente con altri farmaci (ad esempio farmaci anti ipertensivi o anticoagulanti come l’eparina e il warfarin).

Come funzionano le terapie topiche

L’Alprostadil si assorbe nell’uretra e rilassa i muscoli del pene, per incrementare il flusso sanguigno. La crema di Alprostadil consente una permeazione amplificata, per facilitare l’assunzione del farmaco. Il processo è simile a quello dell’Alprostadil intrauretrale.

Quando le terapie topiche sono sconsigliate

L’Alprostadil è sconsigliato, quando il paziente è allergico al principio attivo o quando è affetto da:

  • Anemia falciforme
  • Leucemia
  • Tumore al midollo osseo (mieloma multiplo)
  • Pene ricurvo o deforme
  • Fibrosi peniena o morbo di La Peyronie
  • Trapianto di pene

Effetti collaterali

I disagi più frequenti dell’Alprostadil intrauretrale sono il dolore locale e capogiri con eventuale ipertensione. In certi casi, si verificano sanguinamento dell’uretra ed infezione del tratto urinario, mentre la fibrosi peniena e il priapismo sono molto più rari.

Per assicurarsi che l’Alprostadil sia la scelta terapeutica migliore, il paziente deve informare il medico:

  • Di eventuali problemi di coagulazione
  • Delle sue malattie cardiache, dei suoi problemi di alta pressione del sangue (ipertensione)
  • Di eventuali problemi di sanguinamenti o coagulazione
  • Delle sue malattie infettive trasmettibili (come ad esempio l’epatite o l’HIV).

È sempre consigliato usare delle precauzioni nei rapporti sessuali, per evitare di trasmettere queste malattie al proprio partner.