Sorveglianza attiva

La sorveglianza attiva è un tipo di trattamento guidato dai sintomi. L’obiettivo è quello di passare ad altre opzioni terapetiche qualora i sintomi si dovessero presentare.

L’urologo informerà il paziente riguardo lo stato di salute, il tipo di sviluppo e la possibilità di migliorare lo stile di vita, al fine di ridurre i sintomi e di conviverci.

Osserverà inoltre la condizione del paziente nel tempo e avvierà il trattamento quando necessario.

Quando bisogna considerare la sorveglianza attiva come trattamento

la sorveglianza attiva è il miglior trattamento da considerare per i pazienti più anziani , in quanto non è consigliabile sottoporli ad operazioni chirurgiche più invasive.

Potrà essere però, adatto per pazienti anziani che presentino gravi problemi di salute e patologie difficili da trattare.

Il medico potrà consigliare la sorveglianza attiva qualora gli altri trattamenti non siano indicati per la situazione del paziente.

Benefici, rischi ed effetti collaterali della sorveglianza attiva

Questa tipologia di trattamento presenta due vantaggi: il basso costo e l’assenza di complicanze.

Il rischio della sorveglianza attiva è che la malattia possa peggiorare. Per esempio, il cancro potrebbe crescere e diffondersi nei tessuti circostanti. Non esistono effetti collaterali diretti, relativi a tale trattamento.

Discutere con il proprio medico riguardo i vantaggi e gli svantaggi di un’attenta sorveglianza e se sia adeguata o meno.